Applicazione lenti a contatto

Servizi professionali

Lenti a contatto Ottica Polverini, Genova

Applicazione lenti a contatto

Le lenti a contatto (LAC) rappresentano un potente sistema di correzione dei difetti visivi.
Sono classificate come dispositivo medico invasivo di classe 2A.
Per questi motivi devono essere prescritte ed utilizzate con attenzione seguendo sempre le istruzioni dello specialista al fine di evitare danni anche gravi all’occhio.

Le lenti a contatto (LAC)

LAC

Una LAC deve consentire di ottenere la migliore prestazione visiva possibile e non deve alterare la normale fisiologia oculare per essere ben tollerata al punto da quasi non avvertirne la presenza.

Per ottenere questi risultati e soprattutto mantenerli il più a lungo possibile, è fondamentale individuare i parametri e il materiale più idonei per ciascun individuo e sottoporsi a controlli periodici programmati per assicurarsi che tali prestazioni non si riducano nel tempo.

Optometristi e Contattologi

Tali controlli programmati sono eseguiti dai nostri Optometristi e Contattologi, professionisti altamente specializzati e qualificati che, utilizzando le più avanzate e sofisticate strumentazioni, sono in grado di valutare con efficacia le performance dei dispositivi prescritti ma non sono in grado di valutare a pieno lo stato di salute oculare.

Medico Oculista

Per questo motivo consigliamo vivamente di sottoporsi ad un controllo pre-Applicativo e in seguito periodico con frequenza variabile in funzione dell’età e dello stato di salute generale dal Medico Oculista.

Per accertarne l’idoneità all’uso e monitorare nel tempo lo stato di salute oculare.

Il nostro Centro di Contattologia Avanzata collabora da molti anni con i migliori medici oculisti della zona e non solo, allo scopo di consentire un uso delle lenti a contatto con il massimo comfort e in piena sicurezza.

Si riceve solo su appuntamento.

Come si svolge un’applicazione di lenti a contatto

Le 4 fasi dell’applicazione di una lente a contatto

1. Esame Pre-Applicativo

Prima di provare ed applicare qualsiasi tipo di lente a contatto viene svolta una intervista per individuare le necessità, le motivazioni e le aspettative del futuro portatore.

In seguito viene eseguita una Aberrometria Totale e una completa analisi visiva optometrica per determinare la tipologia e l’entità del difetto visivo.

Quindi si esegue una Tomografia Corneale per mappare l’intera superficie.

Attraverso l’utilizzo della Lampada a Fessura o Biomicroscopio, viene osservato ogni minimo dettaglio di tutti i tessuti che andranno ad interagire con la lente a contatto acquisendo le immagini e i video ad alta risoluzione per poter confrontare le condizioni oculari iniziali con quelle dei futuri controlli di follow-up e poter intervenire tempestivamente modificando caratteristiche delle lenti, il regime di manutenzione o per inviare allo specialista in caso di sospette alterazioni della fisiologia oculare.

Una attenta valutazione dello stato qualitativo e quantitativo del film lacrimale attraverso diversi test come il B.U.T. (Break up time) e il NI-BUT (Non invasive break up time) permette di selezionare il materiale più idoneo e prescrivere i corretti tempi di utilizzo.

2. Applicazione e Training

In base ai parametri rilevati nella prima fase, si utilizzano delle lenti di prova utili sia a selezionare la lente più adeguata che ad istruire ed esercitare il neo portatore ad una corretta manipolazione, inserimento e rimozione delle lenti stesse. Solo dopo aver raggiunto una buona autonomia nella gestione ed applicazione delle lenti, si passa all’ordine o alla consegna delle lenti definitive.

3. Consegna

Alla consegna delle lenti definitive vengono discussi e spiegati  i documenti, differenziati a seconda della tipologia, che accompagneranno i prodotti prescritti:

  • Istruzioni per l’uso e la manutenzione dei prodotti*
  • Documento informativo* (benefici e rischi)
  • Protocollo controlli e attività* (descrive le modalità e le frequenze dei controlli previsti per queste lenti)
  • Dichiarazione di informativa condivisa*

*Documenti scaricabili dal sito

4. Controlli di Follow-Up

É di fondamentale importanza seguire il protocollo dei controlli di Follow-Up con la frequenza programmata allo scopo di mantenere nel tempo il miglior confort e la massima sicurezza.

Individuare i parametri e il materiale più idonei per ciascun individuo

tristique at felis Donec venenatis suscipit